martedì 4 febbraio 2014

M5S, l’unico Movimento… che si muove!




 Quanta falsità e quante cretinaggini sono state dette sul fatto che il M5S il 30 gennaio di questo 2014 abbia fatto al Parlamento quello che normalmente un’Opposizione normo conformata dovrebbe fare di default, ovvero manifestare anche con gli atteggiamenti (visto che le parole non riescono a trovare il giusto spazio nelle orecchie di chi non vuol ascoltare…)? Tante falsità e tante cretinaggini. E’ dall’inizio del ‘900 e forse prima, là dove una parvenza di proto democrazia in fieri era possibile, che ‘l’atteggiamento’ è strumento semantico. Forse che gli operai, o gli studenti, o qualche altro gruppo di umani in difficoltà contro chi vuol conservare il suo (di solito mai sudato…) status quo di privilegiato che se ne frega di chi ha semplicemente bisogno, non occupano? Che facciamo gli spariamo perché non ubbidiscono agli ordini (…che brutta e nefanda parola!)? Operai, studenti, persone in difficoltà… la gente comune, ecco il M5S è il loro rappresentante e un delegato deve essere un VERO rappresentante di chi rappresenta, quindi se i rappresentati occupano a scuola o al lavoro, i loro rapresentanti occupano nel luogo destinato al confronto politico. I rappresentanti dovrebbero avere lo stesso humus dei rappresentati: non si è mai capito a che titolo i votanti berlusconiani lo abbiano sostenuto per 20 anni. Apriamo  per un attimo una digressione su questo ultimo punto, prima di continuare col tema principe: lui (Berlusconi…) è un milionario e loro gente che si arrabatta per pagare tasse, comprarsi la pastina al discount, col mutuo che gli penzola come una spada di Damocle sulla testa, beh, insomma come può capire i loro bisogni uno come lui? Forse che al mattino Berlusconi mette i piedi fuori dal letto con i loro stessi problemi? Non sarebbe più logico mandare avanti uno che somiglia a loro medesimi? E ancora, si può veramente credere a qualche sciocchezza che qualcuno ha avanzato, ovvero che i suoi votanti siano dei morti di fame forsennati e che speravano (e sperano…!) che, seguendolo, qualche briciola dalla sua tavola sarebbe caduta pure per loro? E’ offensivo per una qualunque forma mentis una cosa del genere, quindi la cassiamo: tuttavia, rimane il mistero! Torniamo al M5S, beh, hanno tentato di protestare cercando di occupare civilmente la zona centrale del Parlamento. Civilmente, ovvero muovendosi con decisione sì, ma non con le daghe sguainate! Comunque, diversamente dal
deputato questore Stefano Dambruoso, il quale, che ha malmenato la grillina Lupo. Poi si è difeso affermando - con ardore…! - «Ho visto tre persone avventarsi verso la Boldrini (e chi è la Madonna delle Fiandre? Quella signora occupa un posto che dovrebbe essere di lavoro e non una pala d’altare chiesastica, sarebbe ora che qualcuno riconsiderasse il valore umano e non formicolare o apesca della faccenda, altrimenti gli emissari di altri pianeti ci prenderanno per degli adoratori di api regine e affini, perbacco!) e ho cercato di dare una mano, ho fatto opera di blocco ma - ha spiegato Dambruoso in Transatlantico - non c'è stato nessuno schiaffo. Solo un contatto fisico». Sarebbe meglio che questo signore(?) si andasse a vedere il filmato! Secondo lui il loro «diritto politico a protestare è sconfinato in una forte violenza e c'è stato in aula molto più che solo spintoni. Sono stato - ha aggiunto - letteralmente aggredito», lui! «Hanno cercato di raggiungere la Boldrini e per evitare ciò, con gli assistenti, sono state bloccate, con la sola nostra presenza fisica, più persone», ha spiegato ancora il questore e deputato di Scelta Civica (a proposito, uno che tira sganassoni ci sta proprio bene in Scelta… Civica, come no!). Fa tristezza che gente acculturata come (in altri contesti ottimo) Corrado Augias vada in tv da Daria Bignardi, venerdì 31 gennaio, a lamentarsi del M5S e tirando in ballo i tempi di triste memoria mussoliniana. 
Verrebbe da pensare che quelli della sua età abbiano smarrito la vera significazione di quel periodo nefasto e che, forse a forza di parlarne e studiarlo in quanto argomento storico/culturale, ne abbiano perso nella mente il veleno mai sopito di quella sciagurata scena temporale che si spera rimanga chiusa nell’ampolla del secolo che l’ha partorito. D’altra parte anche le nuove leve del PD hanno tirato in ballo la storia del fascismo, dimostrando una incapacità di giudizio clamorosa, si potrebbe dire che la’ dove gli Augias di turno abbiano dimenticato la portata reale e rimossa (per difesa psichica) dell’epoca dei Balilla, qui, in questa nuova generazione di sinistra(?) quell’argomento sia stato solo un tema da preparare per l’interrogazione a scuola e che tale sia rimasto! Prima di far parte della (di quella che fu…) Sinistra, i suoi dirigenti equilibrati, se ce ne fosse ancora qualcuno, farebbero meglio a esaminare anche l’aspetto non nozionistico presente nelle loro nuove leve!

Per quanto concerne quella parte di persone che non aderiscono al tentativo di salvataggio che viene dal M5S, che dire se non che il popolo sceglie di votare le carogne e lo sa. Siamo noi per primi gli artefici del nostro destino e fino a quando chi si reca a votare non tiene in conto chi è effettivamente quello che delega come proprio rappresentante, quanti soldi becca al mese, quati immobili ha in giro, quante barche e dove va a farsi le ferie, quale è il suo background e dove passa la sera (è basilare questo controllo: chi non è come te, non può capirti, ti può solo sfruttare, ricordiamoci che ai cavalli viene data la biada – non molta, altrimenti ingrassano – , sì, ma perché il giorno dopo li si possa usare per arare), beh, saremo sempre in questa situazione. In Italia c’è un popolo di ipocriti, capace solo di riempirsi la bocca di belle parole e sani propositi, ma quando si tratta di metterli in atto trovano sempre la scusa buona per tirarsi indietro. E’ incredibile non appoggiare della gente che non vuole essere superiore a te, che dopo due anni di mandato se ne torna al suo campicello come Cincinnato, che cerca di dare un reddito di cittadinaza per i momenti di sfiga, che non vuole creare tipi che per tutta la vita vogiono stare con il culo sugli scranni del Parlamento, che vuole livellare gli stipendi (bisogna vivere tutti dignitosamente e con decoro e non a macchie, secondo le proprie possibilità… non avere un cazzo è forse una possibilità?) è questo il vero scandalo in Italia, dal 1948 nessuno si era mai presentato con queste premesse a Montecitorio e, nonostante ciò, non li si vuole! Si ha paura che siano dei cialtroni, va bene, può essere, tuttavia gli altri li si è visti al lavoro(?), questi ancora no! …E non si venga a dire che sono già 8, 9, 10, mesi che sono lì al Parlamento e ancora… Ma come, abbiamo avuto Berlusconi per 20 anni e non ha risolto niente di niente, e si pretende che un movimento osteggiato come più non si può, risolva in pochi mesi e con strumenti che nessuno è disposto a dare, tutto lo sfacelo di una Sinistra sciagurata che ha perso la bussola, e di 20 anni di un Berlusconismo che è servito solo ad arricchire il re e la sua turpe corte! Questo popolo italico di tale guisa, è quello che a 100 anni da pecora contro uno da leone preferisce 1000 da Cip e Ciop! 

(A cura di Diego Romero, foto assemblate da Mimmo Parisi)
Qui il link a "Arrendetevi, siete circondati!": http://www.youtube.com/watch?v=CdDIHAIt0_A 


http://www.ilmessaggero.it/img/blank.gif






Nessun commento:

Posta un commento